Stampa

tra le vie Cerva, Durini, Cavallotti, Verziere e della Signora


È uno slargo trapezoidale con larghezza max. di poco oltre i 100 metri e già col piano Berruti (1884) una piazza era prevista in fondo al Verziere sulla dirittura di Porta Vittoria, quasi un'anticipazione di questo largo. Nel Largo la cosa più notevole è la Colonna del Verziere, disegnata da F.M. e G. D. Richini ed eretta fra il 1611 e il 1673. Il basamento venne rinnovato nel 1727. In alto vi sta una statua bronzea del redentore, replica dell'originale in pietra che forse era opera di G. Vismara. La colonna venne spostata dalla posizione originaria allorché fu aperto fra l'adiacente Verziere e via Francesco Sforza il tratto più recente di Porta Vittoria. In passato intorno alla colonna si addossavano una parte delle bancarelle di un animato mercato di frutta, verdura e fiori. Prende il nome dal condottiero romano (63 a.C - 14 d.C.) Augusto Caio Giulio Cesare Ottaviano.

 

 

 

anno 2016

 

 

 

anno 1975