Stampa

tra le vie Catena, Morone e Omenoni

 

Piazza di forma rettangolare allungata di 72 metri x 24, dedicata alla famiglia principesca Belgioioso di Barbiano, che fu potente nel bolognese. Trasferitasi a Milano, si fece erigere (più precisamente ricostruire) un sontuoso palazzo sull'area di due decrepite chiese: una dedicata a Santo Stefano alla Crocetta e l'altra a San Martino in Nosiggia.
Il palazzo sorse per volere di Antonio Barbiano di Belgioioso e di suo figlio Alberico XII. Da più parti si è sostenuto, ma pare a torto, che questo XII° Alberico fornisse al Parini (ospite venerato nell'aristocratica dimora) il modello del "giovin signore". In realtà il principe partecipò, si dice con onore, alla guerra dei Sette Anni, e tornato alla condizione civile tenne circolo di intellettuali e di artisti e si acquistò fama come collezionista e bibliofilo. A Milano si raccontava però che fosse orgogliosissimo, e che avesse perso una battaglia per aver respinto un dispaccio urgente, trovando omessi nell'indirizzo alcuni dei molti titoli di cui aveva diritto a fregiarsi,

 

 

 

 

 anno 2018

 

 

 

anno 2018