El raptus - Cabaret Milano Duemila

di: Aurelio Barzaghi
 

 

Gh’è succèss ona ròba strana,
gh’è succèss ona ròba de matt
faceva l’amore al supermercato
in mèzz a la polver de lavà i piatt.
E la gent che la guardava:
tì guarda nò, gires de là,
el direttor ch’ el bestemmava,
“Ma non potete andare più in là ?”
“Nell’altro reparto ci siamo già stati
proprio sul banco dei surgelati:
mì son del quattòrdes e lee del desdòtt
e gh’avevom tròpp frègg sul giazz a pee biòtt”.

Stamattina ai des e mèzza
gh’hoo de div la verità
abbiamo provato su quello scaffale,
ma i tòll de la birra faseven “s’cicch, s’ciacch”
e allora ci siam spostati
in mèzz ai fior che gh’era lì
e presi dal raptus
sèmm borlaa adòss ai cactus
sapesse che male, on mal de morì:
mì son del quattòrdes e lee del desdòtt
ghe sentom adasi e ghe vedom nagòtt
mangèmm on gelato che fòrsi l’è mèj
de l’amore rischioso in mezz ai carrèi.

Gh’è success ona ròba strana,
gh’è success ona ròba de matt
faceva l’amore al supermercato
in mèzz a la polver de lavà i piatt
e la gent che la guardava:
tì guarda nò, gires de là,
el direttor ch’ el bestemmava,
“Ma non potete andare più in là ?”.
“Abbiam già provato in mezzo ai bicchieri.
ma ci deve scusare: sèmm nò di fachiri.
Mì son del quattòrdes e lee del desdòtt
e bisògna andà adasi ai dà i numer del lòtt,
mì son del quattòrdes e lee del desdòtt
e bisògna andà adasi ai dà i numer del lòtt.

Cerca

Facebook!