Buon Natale - Cabaret Milano Duemila

di: Aurelio Barzaghi

 

 

Buon Natale, sciora Ròsa e a la tosa che se sposa,
buon Natale a chi va in gesa e anca a quei che ghe va nò,
a chi ha fatto l’alberello pien de lus e ballonitt,
buon Natale al fraticello che ‘l va in gir senza calzètt.

Buon Natale, buon Natale, buon Natale e così sia
alle figlie di Maria, alle figlie di Maria.

A chi ròba i biciclètt, a chi dòrma in di baracch,
a chi tira sù de còca
a chi viv de fantasia e a chi viv per l’osteria.

Buon Natale a quèi de destra, quèi de centro o de sinistra,
buon Natale anca al secrista ch’ el lustra i sò campann,
buon Natale a la battòna che regala on poo d’amor,
buon Natale a quei che sògna on bèll dì de vess di scior.

Buon Natale, buon Natale a chi slonga la soa man
per on poo de compagnia e per on tocchell de pan,
per on poo de compagnia e per on tocchell de pan.

On penser de primavera a chi ripòsa sòtta tèrra,
on penser de primavera a chi spetta quatter fior,
on penser de primavera l’è la nòtt del Redentor,
buon Natale, buon Natale, buon Natale anca per lor.

On penser de primavera l’è la nòtt del Redentor,
buon Natale, buon Natale, buon Natale anca per lor.

Cerca

Facebook!