Milano griffata - Cabaret Milano Duemila

di: Cantamilano

 

Ma guarda che strana città
l’è ona macchina de corsa che va
gh’è on pit-stop per el fin settimana
sui manifèst de Dolce-Gabbana.
Al lunedì son giamò senza fiaa
toeu-sù la catalitica e va
ai sètt or gh’è la sveglia
el cafè con la nèbbia
i fioeu che va a scòla
Milano è la moda.

Poeu el stilista el va adree a cicciarà
la modèlla la gh’ha de sfilà
tutta magra, pèll e òss e sbiottada
me ven voeuja e fagh la frittada.
On barbon el se ferma a guardà
l’è a la mòda anca lù tutt strasciaa
a mì me ciamen barbon,
ma gh’hann sù i mè calzon, ciapparatt
Milano griffata.

E oggi blu, blu, blu tooth, col computer tu
te vee al fast-food
semper de corsa ‘me el Robin Hood
E oggi blu, blu, blu tooth, col morale giù
schiscià el botton del cellular
el sòna i canzon
E oggi blu, blu, blu tooth, te vee a teater
te vee a la prima
tucc in seconda taccaa ai semafor
on cagnoeu che ‘l pissa
mì la me scappa
soo nò dove falla
Milano è moda, Milano griffata.
Milano è moda, Milano griffata.

Ma guarda che strana città
anca el sindich el tacca a vosà
fà e desfà a l’è on bèll lavorà
gh’èmm i mur de color de nettà
se de nòtt pitturen i tramm
se pò nò restà coi man in man
gh’èmm i proeuv a la Scala
Inter, Milan, moviola
el Biscardi, la velina che balla.

Sarà la moda o chissà
vègh el scunt sui mudand tutt firmaa
quatter salt in padèlla e la pasta
poeu la sera te ballet la salsa.
Sèmm in gir poltronaa e palestraa
con la dieta e la pubblicità
el bamborin ben in vista
e i tosann tucc in pista
la moda, el stilista
Milano griffata.

Cerca

Facebook!